La Lista Definitiva delle Metriche dei Social Media (e Modello per il Rapporto)

La Lista Definitiva delle Metriche dei Social Media (e Modello per il Rapporto)

I numeri dicono molto di più delle parole, questo è un dato di fatto. Ma quando si tratta di social media, quali fatti puoi evidenziare per dimostrare che la tua strategia di social marketing sta funzionando con successo? La risposta sta nella tua capacità di misurare i risultati delle tue campagne sui social media. In qualità di professionista del marketing digitale, devi dimostrare il valore del tuo lavoro e continuare a crescere come esperto di social media marketing. 

In questo articolo tratteremo:

  • Le metriche dei social media che contano e la loro importanza;
  • I due principali gruppi di metriche dei social media;
  • Immergiti nelle peculiarità della misurazione dei risultati sulle cinque piattaforme di social media più popolari;
  • Condividi suggerimenti rapidi e un modello gratuito di metriche sui social media per dare il via alla tua campagna sui social media.

Sei pronto a fare colpo sui social media? 

Indice

 

Cosa sono le metriche dei social media?

Categoria n.1: Metriche di coinvolgimento dei social media

Categoria n.2: Metriche pubblicitarie dei social media

Categoria n.3: Metriche di Facebook

Categoria n.4: Metriche di Instagram

Categoria n.5: Metriche di Twitter

Categoria n.6: Metriche di LinkedIn

Categoria n.7: Metriche di YouTube

Categoria n.8: Metriche negative

Scarica il nostro modello gratuito delle metriche dei social media

 

Cosa sono le metriche dei social media?

Le metriche dei social media sono i dati utilizzati per valutare l’efficacia delle campagne sui social media. Questi dati analizzano il contributo dell’attività dei social media alla strategia di marketing complessiva e alle entrate di un’azienda. Queste metriche aiutano a valutare il tuo successo nel raggiungere i tuoi obiettivi nello spazio sociale e forniscono informazioni per migliorare il tuo Social Listening.

L’importanza delle metriche dei social media

Le metriche dei social media sono essenziali perché sono gli Indicatori Essenziali delle tue Prestazioni, o KPI, dei social media, per valutare l’efficacia della tua strategia complessiva. Il monitoraggio di queste metriche ti aiuta a confermare le tue decisioni strategiche e a migliorare la tua collaborazione nei diversi ambiti, ad esempio con le vendite. Inoltre, tenere d’occhio le metriche dei social media ti consentirà di:

 

  1. Dimostrare in che modo il tuo lavoro ha influito sulle entrate;
  2. Definire il tuo tasso di conversione sui social media che può essere attribuito alle tue campagne online;
  3. Conoscere il tuo pubblico. Le metriche nei social media possono delineare un’immagine chiara del profilo dei tuoi follower online. I social media che monitorano le tue prestazioni online ti aiuteranno a far luce sui tipi di contenuti preferiti dai tuoi potenziali clienti;
  4. Avere un impatto sulla consapevolezza del marchio. La presenza online di un’azienda è direttamente correlata alla sua autorità e al suo riconoscimento; 
  5. Stabilire obiettivi e agire velocemente. Se qualcosa non funziona, riorganizzala e ricomincia da capo. Questo ti aiuterà a ottenere il numero desiderato di follower per entrare nel tuo funnel di vendita.

 

Devi prendere importanti decisioni di marketing basate su dati e prove, non su metriche che a loro volta si fondano sulla presunzione. Quando si tratta di gestione dei social media, quali sono le metriche più importanti dei social media? Diamo un’occhiata più approfondita alla prima categoria di metriche dei social media da monitorare.

Categoria n.1: Metriche di coinvolgimento dei social media

Gli utenti interagiscono in modo diverso su tutte le piattaforme di social media. Tuttavia, la maggior parte di queste interazioni può essere raggruppata come un numero di interazioni: mi piace, condivisioni, ripubblicazioni, risposte e reazioni. 

Se i tuoi contenuti sono accattivanti, significa che il tuo pubblico si sta prendendo un momento per interagire con questi. Ed è lodevole non solo perché hai fatto un lavoro fantastico nell’interrompere lo scorrimento insensato degli utenti, ma anche perché tali contenuti ottengono un punteggio di autorità aggiuntivo dagli algoritmi. Questo, a sua volta, porta a una maggiore copertura dei post e a un aumento del traffico sul sito web.

 

Ma, come la maggior parte delle metriche, considerare solo una metrica di coinvolgimento non fornisce il contesto necessario per prendere decisioni informate per la tua strategia sui social media. Diamo un’occhiata alle quattro metriche di coinvolgimento dei social media più importanti che possono fare la differenza quando si tratta di tracciamento.

  • Tasso di amplificazione
  • Tasso di applausi
  • Tasso di viralità
  • Tasso di coinvolgimento medio

Sebbene il monitoraggio di una metrica sui social media possa aiutarti a migliorare rapidamente e ottenere vittorie facili, ottenere una panoramica è essenziale per qualsiasi campagna di marketing digitale. Guardare l’intero quadro è fantastico mentre elabori la tua strategia, ma tenere d’occhio una metrica in particolare può davvero aiutarti a essere più agile e a orientare rapidamente la tua strategia.

Metrica n.1: Tasso di amplificazione

Il tasso di amplificazione misura il rapporto tra le condivisioni social per post e il numero totale dei tuoi follower. Questo tasso misura la popolarità dei tuoi contenuti e rappresenta quanto il tuo pubblico online desidera essere associato al tuo marchio. Il tasso di amplificazione può essere calcolato dividendo il numero totale di condivisioni generate dal tuo post per i follower totali, poi moltiplicato per 100.

Metrica n.2: Tasso di applausi

Il tasso di applausi potrebbe essere paragonato a un virtuale cenno di assenso, un “sì, mi piace!” esclamativo, un segno digitale di approvazione. Questo ti aiuta a capire quale percentuale del tuo pubblico trova validi i tuoi contenuti. Come puoi immaginare, questa conoscenza può fare molto per aiutarti a sviluppare un piano di marketing dei contenuti e rafforzare la tua condivisione di voce sui social. Per calcolare il tasso di applausi, combina il numero di azioni di approvazione che il tuo post ha ottenuto nel tempo e dividilo per il numero totale dei tuoi follower. Dopodiché, moltiplica il risultato per 100. 

Metrica n.3: Tasso di viralità

Diventare virale è l’obiettivo aziendale finale. Se hai una presenza aziendale sui social media, diventare virale può espandere la tua pipeline di vendita e aumentare le conversioni. Puoi calcolare il tasso di viralità dividendo il numero di condivisioni di post per il numero di impressioni, poi moltiplicarlo per 100.

Metrica n.4: Tasso di coinvolgimento medio

Il tasso di coinvolgimento medio è una metrica importante. Il tuo tasso di coinvolgimento medio dimostra se i tuoi contenuti raggiungono il tuo pubblico e attirano la loro attenzione attraverso Mi piace, condivisioni e commenti. Per calcolare il tasso di coinvolgimento, dividi il numero totale di Mi piace, condivisioni e commenti accumulati dal tuo post per il numero totale di follower e moltiplicalo per 100.

Ora che abbiamo stabilito le metriche standard per il coinvolgimento sui social media online, esploreremo un altro importante gruppo di metriche: la pubblicità sui social media.

Categoria n.2: Metriche pubblicitarie dei social media

Per gli inserzionisti online, monitorare le prestazioni dei social media non significa solo rispettare il budget. Comprendere e interpretare correttamente i dati si aggiunge alla tua esperienza di marketing digitale. Alla fine, migliorerà la tua strategia pubblicitaria sui social media in modo da poter aumentare la tua base di fan, il tuo Net Promoter Score e la tua attività attraverso il potere del marketing sui social media.

  • Costo per clic (CPC)
  • Percentuale di clic (CTR)
  • Frequenza di rimbalzo (Bounce Rate)
  • Return on investment (ROI)

Tracciare ognuna di queste fantastiche metriche può fare una grande differenza per il tuo progetto. E una volta padroneggiata, avrai tutta la sicurezza per guidare la tua nave di marketing digitale nella giusta direzione.

Metrica n.1: Costo per clic

Il costo per clic (CPC) è una metrica che mostra quanto costa ogni clic su un annuncio. Gli inserzionisti utilizzano ampiamente il costo per clic con un budget giornaliero impostato per una campagna. Alcuni editori determinano le tariffe degli annunci in base a una formula: il costo per impressione (CPI) diviso per la percentuale di clic (%CTR). Altri editori utilizzano un processo di offerta per stabilire le loro tariffe. La maggior parte, utilizza una terza parte per associarli agli inserzionisti. La più grande entità di terze parti con cui lavora la maggior parte degli editori è Google Ads, che utilizza una piattaforma chiamata Google AdSense.

Metrica n. 2: Percentuale di clic

La percentuale di clic (CTR) è una metrica di conversione che tiene traccia di quante persone cliccano sui tuoi contenuti o annunci per essere indirizzati a una pagina di destinazione con le informazioni aggiuntive. Nel caso della pubblicità sui social media, si tratta di completare una conversione. Se i tuoi CTR sono bassi, è un segno rivelatore che i tuoi contenuti non hanno un interesse per il tuo pubblico di destinazione. 

Metrica n.3: Frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo è la percentuale di visitatori della pagina che sono usciti dalla tua pagina online non appena sono arrivati su questa, senza intraprendere alcuna azione.

La frequenza di rimbalzo ti consente di misurare il tuo traffico social rispetto ad altre fonti di traffico online per determinare l’efficacia della tua campagna digitale. Il modo migliore per monitorare e ottimizzare la frequenza di rimbalzo è tramite Google Analytics.

Metrica n.4: Return on investment (ROI)

Il ROI può variare in modo significativo a seconda del settore. Quando si tratta di social media, devi sapere se il tempo e il denaro che hai speso per le tue campagne digitali valgono il duro lavoro. Il modo esatto in cui calcoli il ROI sarà determinato dagli obiettivi della tua organizzazione (consapevolezza del marchio, menzioni del marchio, entrate, soddisfazione del cliente, ecc.).

Per fornirti un’idea, ecco una semplice formula per calcolare il ROI per i social media: Valore/investimento (ore persone, budget pubblicitario, ecc.) X 100 = ROI dei social media (in percentuale). 

A meno che tu non sia fortunato e hai un team dedicato ai social media, il monitoraggio e l’analisi delle metriche social di cui sopra sono sufficienti per informarti in merito alla tua strategia social. Tuttavia, è necessario capire come funziona ogni piattaforma social quando si analizzano le relative metriche più importanti.

 

Categoria n.3: Metriche di Facebook

Facebook è pieno di dati. Perché? Secondo Statista, ogni giorno 2,8 miliardi di persone si collegano a Facebook per scorrere il feed, condividere i propri aggiornamenti o guardare alcuni contenuti suggeriti su ciò che potrebbe piacergli.

{Graph}

  • Impressioni
  • Portata
  • Coinvolgimento video
  • Percentuale di clic (CTR)

Se vuoi far crescere la tua presenza online e attirare più potenziali clienti, Facebook è la piattaforma che non potrai saltare. Abbiamo selezionato quattro delle metriche essenziali che i marketer tengono d’occhio.

Metrica n.1: Impressioni

Le impressioni sono la metrica di Facebook che ti informa in merito alla visibilità dei tuoi post sui social o a quante volte i tuoi contenuti sono stati visti.

Categoria n.3: Metriche di Facebook - immagine 1

Per trovare questa metrica:

  1. Vai alla tua pagina aziendale di Facebook;
  2. Individua il pulsante “Approfondimenti” nella barra laterale “Gestisci pagina”;
  3. Clicca sul pulsante “Post” situato nella barra laterale sinistra dello schermo;
  4. Vai a “Portata: organica/a pagamento” e passa a “Impressioni: organico/a pagamento”.

Metrica n.2: Portata

La portata sui social media di un post rappresenta il numero totale di utenti unici che hanno visto i tuoi contenuti o un annuncio a pagamento. Questa metrica ti dice che riscontro hanno i tuoi contenuti con il tuo pubblico per aiutarti a migliorare la strategia digitale in base ai dati.

Categoria n.3: Metriche di Facebook - immagine 2

Per trovare questa metrica:

  1. Individua il pulsante “Approfondimenti” dalla barra laterale “Gestisci pagina” sulla tua pagina aziendale di Facebook;
  2. Clicca sul pulsante “Portata” nella barra laterale sinistra dello schermo.

Metrica n.3: Coinvolgimento video

Il coinvolgimento video, o clic da riprodurre, viene calcolato in base al numero di Mi piace, condivisioni, commenti e clic generati dai tuoi contenuti video. Facebook offre due modi per analizzare i tuoi dati per un singolo video o per le prestazioni complessive dei tuoi video.

Metrica n.4: Percentuale di clic (CTR)

La percentuale di clic (CTR) mostra la percentuale di persone che hanno visto il tuo annuncio, cliccato su di esso e sono andati alla tua pagina di destinazione. Il CTR medio su Facebook è circa dell’1%. Se Facebook vede che i tuoi annunci stanno generando impressioni ma non clic, presume che i tuoi contenuti siano irrilevanti per il tuo pubblico. Ciò può influire negativamente sulle prestazioni complessive del tuo post e portare a pagare di più per clic.

Tieni a mente queste metriche quando crei contenuti per i tuoi follower di Facebook. Parliamo ora delle metriche di un altro gigante dei social media che possono avere un impatto significativo sul marchio della tua azienda. 

Categoria n.4: Metriche di Instagram

Proprio come con qualsiasi altra piattaforma di social media utilizzata per il business, se non stai monitorando i tuoi risultati, stai sprecando le tue risorse. Sia che tu stia cercando di collaborare con un influencer o di monitorare le prestazioni del tuo account, di seguito riportiamo le metriche più importanti. 

Categoria n.4: Metriche di Instagram

  • Impressioni
  • Portata
  • Hashtag più coinvolti
  • Discovery

Anche se nessuno metterebbe in dubbio l’importanza di tenere traccia di queste statistiche (ecco perché sono in primo piano), con un’analisi più profonda, scopriremo meglio la loro rilevanza.

Metrica n.1: Impressioni

Le impressioni sono il numero di volte in cui il tuo post è stato mostrato al tuo pubblico. L’analisi dei social media di Instagram suddivide ulteriormente questi dati mostrando le impressioni provenienti da hashtag, dalla home o dai profili. Un buon uso degli hashtag ti aiuterà a migliorare le tue impressioni sui post.

Metrica n.2: Portata

La portata è il numero di utenti che hanno visto il tuo post. Puoi visualizzare questa metrica all’interno di Instagram Insights.

Metrica n.3: Hashtag più coinvolti

Un altro modo collaudato e affidabile per aumentare la tua portata è con l’aiuto di hashtag e hashtag del brand. Utilizzando gli hashtag di settore pertinenti, puoi tenere sotto controllo la copertura e il coinvolgimento.

Gli utenti di Instagram possono aggiungere fino a 30 hashtag su ogni post, ma fai le tue ricerche e i tuoi test prima di stabilirti su un numero specifico di hashtag. Potresti essere sorpreso da quanto spesso meno è meglio quando si tratta di hashtag.

Metrica n.4: Discovery

Discovery è la funzione di Instagram che consente agli utenti di trovare contenuti nuovi e interessanti da account che ancora non seguono. Instagram Insight mostrerà il numero di utenti raggiunti che attualmente non ti seguono.

Il suo trionfante lancio nel 2014 ha segnato un passo avanti verso una maggiore trasparenza e capacità di misurazione dei social media per tutti i suoi utenti. Da allora, ha continuato a stupire il mondo digitale. A quale piattaforma social ci riferiamo? A Twitter, ovviamente.

Categoria n.5: Metriche di Twitter

Twitter è rinomato per il suo modo semplice e veloce di comunicare e registra oltre 328 milioni di utenti mensili attivi.

Quindi, è logico includerlo nella tua strategia dei social media. Ma una volta che i tuoi annunci sono attivi, potresti inciampare nella quantità di dati di analisi dei social. Può diventare opprimente dare un senso a tutto. Così, abbiamo messo insieme una rapida raccolta delle metriche più importanti da monitorare per aiutarti a navigare nel mare dei dati analitici e ottimizzare le tue campagne su Twitter.

Categoria n.5: Metriche di Twitter - immagine 1

  • Rendimento medio dei tweet
  • Interessi del pubblico
  • Tasso di coinvolgimento
  • Crescita dei follower

Ora, entriamo nel nocciolo delle metriche di Twitter più essenziali da monitorare.

Metrica n.1: Rendimento medio dei tweet

Quando si tratta di misurare le metriche di Twitter, inizia con la stima delle medie.

Se calcoli il tasso di coinvolgimento medio, le condivisioni medie e il numero medio di retweet, puoi attenuare le oscillazioni delle tue prestazioni. Per controllare le tue prestazioni medie, vai semplicemente alla tua pagina dei Tweet nella dashboard di analisi di Twitter.

Categoria n.5: Metriche di Twitter - immagine 2

Metrica n.2: Interessi del pubblico

I social media si chiamano social per un motivo. Parte dell’essere social implica sapere chi sono i tuoi follower. Le metriche del pubblico di Twitter che mostrano il tipo di pubblico che la tua pagina sta attirando sono parte integrante delle campagne future. Le tue informazioni sul pubblico ti offrono una panoramica completa delle persone per le quali dovresti creare i tuoi messaggi. Inoltre, quale dovrebbe essere il contenuto di quei messaggi?

Questi dati ti garantiranno la produzione di contenuti pertinenti per il pubblico giusto in base a dati demografici importanti come interessi, posizione, genere e scelte di stile di vita.

Categoria n.5: Metriche di Twitter - immagine 3

Tuttavia, monitora queste informazioni per un periodo di tempo, poiché potrebbero cambiare man mano che il tuo marchio si sviluppa.

Metrica n.3: Tasso di coinvolgimento

Se la tua azienda ha un account su Twitter, deve assolutamente monitorare i risultati del suo coinvolgimento. Il tasso di coinvolgimento è una metrica panoramica. L’analisi di questi dati ti dirà se i tuoi sforzi sui social media stanno dando i loro frutti. E la cosa bella è che ci sono miriadi di modi in cui i tuoi follower possono interagire con il tuo marchio.

Ad esempio, quando qualcuno clicca su un collegamento, ti segue, ritwitta o utilizza l’hashtag del tuo brand.

C’è molto altro da svelare, quindi per trovare il tuo tasso di coinvolgimento complessivo, accedi alla dashboard dei Tweet su Twitter Analytics e clicca su Tasso di coinvolgimento.

Metrica n.4: Crescita dei follower

Ogni marchio online ha bisogno dei suoi fedeli seguaci. Ma se quelli fedeli non crescono di numero, le tue vendite diminuiranno. Più grande è il pubblico, più ampia è la portata e maggiori saranno le possibilità di effettuare una vendita di successo.

Con Twitter Analytics, puoi monitorare la velocità e l’efficacia con cui cresce il tuo numero di follower. Il tuo rapporto sui social media può includere le tue prestazioni su base settimanale, a partire dal primo giorno.

Tenere d’occhio il conteggio dei follower può aiutarti a rimanere proattivo con il tempo di risposta a un tweet sensibile prima che perda il controllo. Tuttavia, se hai ancora bisogno di creare un business case per espandere la tua presenza sui social media, questo si aggiunge alle tue argomentazioni a favore. 

Per la nostra prossima piattaforma di social media, non ci dovrebbero essere motivi per sostenerla. È il posto dove stare quando si tratta di rappresentare la tua azienda e le sue persone.

Categoria n.6: Metriche di LinkedIn

Il monitoraggio dell’analisi di LinkedIn è essenziale per quantificare i tuoi sforzi di marketing sui social media e fornire i dati necessari per migliorare il ROI dei social media e raggiungere i tuoi obiettivi sui social media. 

LinkedIn è cambiato radicalmente nel corso degli anni ed è diventato il social network di riferimento per i marchi B2B. È la piattaforma per trovare talenti di alto livello e mostrare la tua influenza nel settore.

In effetti, un incredibile 79% dei marketer afferma che questa piattaforma è una fonte primaria di lead generation.

  • Impressioni
  • CTR (percentuale di clic)
  • Tasso di coinvolgimento
  • Employee Advocacy Analytics

Tuttavia, sfruttare al massimo i poteri di LinkedIn richiede una strategia diversa da quella che funziona per Facebook, Instagram o Twitter.

Gli standard di contenuto su LinkedIn sono molto più elevati e richiedono che questo sia più professionale e perfezionato. Ma non è l'unica peculiarità. La piattaforma si basa anche su un set unico di metriche.

Metrica n.1: Impressioni

Categoria n.6: Metriche di LinkedIn - immagine 1

Quando si esamina il grafico delle metriche aggiornato, è possibile ottenere ulteriori informazioni sui social media. Ad esempio, determina il momento migliore per pubblicare in base alle ore e alle date in cui i tuoi post sui social media vengono visualizzati di più e perfeziona il tuo programma di pubblicazione. Inoltre, ciò che LinkedIn pubblica per sponsorizzare si basa sul tipo di contenuto dei social media che è il più coinvolgente. In aggiunta, visualizzare le tue impressioni social nel tempo ti consente di essere pronto e aggiornare rapidamente la tua strategia di marketing complessiva.

Ma c'è un problema. Un numero elevato di impressioni non indica che puoi sederti e rilassarti. Devi ancora guardare le seguenti tre metriche per capire se il tuo post ha riscontrato un interesse nel tuo pubblico.

Metrica n.2: CTR (Percentuale di clic)

Categoria n.6: Metriche di LinkedIn - immagine 2

LinkedIn conta i clic quando un membro che ha effettuato l’accesso fa clic sul tuo post, sul nome dell’azienda o sul logo. Le interazioni come condivisioni, reazioni o commenti non sono incluse in questa metrica.

Il CTR è una metrica utilizzabile che ti fornisce un’immagine panoramica del coinvolgimento del tuo post. È una metrica visualizzata come percentuale che divide il numero di clic ricevuti dal tuo post per il numero di impressioni.

Metrica n.3: Tasso di coinvolgimento

Categoria n.6: Metriche di LinkedIn - immagine 3

LinkedIn misura il tasso di coinvolgimento aggiungendo il numero di interazioni, clic e nuovi follower acquisiti, diviso per le impressioni del post. Un alto tasso di coinvolgimento la dice lunga sulla pertinenza e la qualità dei tuoi contenuti.

Più alto è il tasso di coinvolgimento, più il tuo pubblico troverà convincente i tuoi contenuti.

Metrica n.4: Employee Advocacy Analytics

I membri del tuo team sono gli ambasciatori del tuo marchio. E se la tua azienda si prende cura dei suoi dipendenti, si vedrà. Nella loro pagina del Supporto di LinkedIn, affermano che Employee Advocacy Analytics offre agli amministratori della pagina l’opportunità di valutare le tendenze nel modo in cui dipendenti e membri interagiscono con i contenuti suggeriti ai dipendenti nella scheda La Mia Azienda. I dati includono metriche come il numero di raccomandazioni e referenze effettuati per le persone collegate alla pagina LinkedIn della tua azienda, o il numero di commenti degli utenti sui post dei dipendenti.

Mentre ci avviciniamo alla fine dell’elenco delle piattaforme di social media, saremmo negligenti se non menzionassimo la piattaforma che consente di diffondere l’amore per i contenuti video e musicali.

Categoria n.7: Metriche di YouTube

Per avere successo su YouTube, è necessario conoscere la ricetta per un video di successo. In parte, ciò significa comprendere il conteggio degli iscritti, il tempo di visualizzazione, la copertura del pubblico, la fidelizzazione, la percentuale di clic e la fonte di traffico.

Se desideri far crescere il tuo canale YouTube, ecco le quattro metriche più importanti per monitorare il tasso di crescita del tuo pubblico.

  • Conteggio degli iscritti
  • Percentuale di clic delle impressioni
  • Coinvolgimento
  • Tempo di visione

Ogni giorno, le persone caricano più di 700.000 ore di video su YouTube, ma pochi di questi video suscitano l’interesse degli utenti. Per poter misurare il successo del tuo brand su YouTube, devi comprendere le metriche all’interno di YouTube Analytics.

<H3>Metrica n. 1: Numero di iscritti

Categoria n.7: Metriche di YouTube - immagine 1

Un iscritto riceve una notifica sui nuovi contenuti del tuo canale di social media, rendendo più facile per loro guardare i tuoi video e aumentare il numero di visualizzazioni. Gli iscritti tendono a guardare il doppio dei contenuti video rispetto agli spettatori normali.

Le metriche degli iscritti guadagnati e persi parlano da sole, permettendoti di interpretare quali video, luoghi e intervalli di tempo guadagnano e perdono iscritti. Il rapporto sugli iscritti di YouTube ti mostra lo stato dell’elenco dei tuoi iscritti dopo ogni video, permettendoti di capire quali video attirano nuovi iscritti. Dando priorità agli interessi dei tuoi iscritti, come la creazione di webinar personalizzati, creerai video che vorranno vedere, aumenterai il tuo tempo di visualizzazione e migliorerai il tuo posizionamento nei motori di ricerca.

Metrica n.2: Percentuale di clic delle impressioni

Categoria n.7: Metriche di YouTube - immagine 2

La percentuale di clic delle impressioni indica la frequenza con cui gli utenti cliccano sui tuoi video. Quantifica le tue impressioni in visualizzazioni. Simile a un annuncio di Facebook, per ogni numero prestabilito di persone che hanno visto il tuo video nel loro feed, un certo numero ha cliccato su di esso.

Come convincere i tuoi follower a cliccare? Sono in gioco molti fattori come il titolo accattivante del video o una miniatura con le informazioni giuste. 

Comprendere le percentuali di clic delle impressioni porta inevitabilmente ad emergere. Utilizza questi risultati per ottimizzare il tuo materiale di marketing, aggiornare i loghi del tuo canale e altri elementi di branding in base ai Mi piace degli spettatori.

Metrica n.3: Coinvolgimento

Categoria n.7: Metriche di YouTube - immagine 3

Mi piace, Non mi piace, commenti e condivisioni forniscono ai professionisti del marketing dati qualitativi inestimabili sul coinvolgimento.

Le condivisioni confermano che le persone mostrano pubblicamente la loro fiducia e il loro supporto e desiderano trasmetterli alla loro rete online.

I commenti possono dimostrare l’intensità delle emozioni degli spettatori dopo aver visto il tuo video. Mi piace e Non mi piace possono aiutarti a concludere quali argomenti video funzionano meglio con il tuo pubblico specifico. Per trovare le metriche di coinvolgimento dei tuoi video, vai al Rapporto sulle interazioni di YouTube.

Metrica n.4: Tempo di visualizzazione

Categoria n.7: Metriche di YouTube - immagine 4

La metrica del tempo di visualizzazione di YouTube mostra il tempo trascorso dagli utenti a guardarlo. È una metrica fondamentale da monitorare perché il tempo di visualizzazione svolge un ruolo significativo nell’algoritmo di YouTube. I video con un tempo di visualizzazione più elevato hanno la priorità per essere visualizzati in cima ai risultati di ricerca e ai consigli di YouTube, portando il nuovo potenziale pubblico sul tuo canale. L’algoritmo presuppone che più visualizzazioni ottiene un video, più è utile e coinvolgente.

Puoi trovare facilmente questa metrica nel rapporto sul tempo di visualizzazione. Ti mostrerà la durata di tempo di visualizzazione che i tuoi video hanno accumulato nel tempo. Puoi anche filtrare ciascuno dei tuoi video in base al tempo di visualizzazione e raggrupparli per argomenti, stili e durate per comprendere quali tipologie sono più coinvolgenti.

Categoria n.8: Metriche negative

Sebbene queste metriche siano chiamate negative, non significa che non devi monitorarle. Al contrario, bisogna stare attenti a qualsiasi cambiamento che interessa queste quattro metriche:

  • Sentiment Analysis
  • Churn Rate
  • Disiscritti/Non segue più
  • Recensioni negative

Queste quattro metriche negative sui social media potrebbero non essere molto incoraggianti o motivanti da analizzare. Tuttavia, possono essere dei campanellini d’allarme delle tue campagne sui social media e dei potenziali aggiustamenti che devono essere fatti.

Metrica n.1: Sentiment Analysis

L’informazione è potere quando si tratta di ciò che le persone dicono del tuo marchio. Social Media Sentiment comprende i sentimenti, le opinioni e le emozioni collettive che le persone hanno nei confronti del tuo marchio sui social media. È l’interpretazione oggettiva di ciò che presentano tutti i commenti, le @-menzioni e le condivisioni.

Per capire dove si trova il tuo marchio nello spettro delle emozioni positive o negative, devi analizzare questo numero di conversioni. L’analisi del sentiment richiede la raccolta e l’analisi delle informazioni nei post che le persone condividono sul tuo marchio sui social media.

L’analisi del sentiment è importante perché ti avvicina alla comprensione del tuo pubblico, migliorando il percorso del cliente, il servizio clienti e il coinvolgimento del cliente, insieme allo sviluppo del prodotto. Il modo migliore per affrontare tale analisi è con l’aiuto di uno speciale strumento di analisi dei social media.

Metrica n.2: Churn Rate

Il Churn Rate, noto anche come tasso di abbandono dei clienti, è la percentuale di clienti che smettono di fare affari con un’azienda per un po' di tempo. 

Ogni settore ha il proprio parametro del tasso di abbandono. Per calcolare il tasso di abbandono, prendi il numero di clienti che hai perso nell’ultimo trimestre e dividilo per il numero di quelli nuovi che si sono registrati. La percentuale risultante è il tuo tasso di abbandono. Ad esempio, un’azienda che ha iniziato lo scorso trimestre con 500 clienti e ne ha persi dieci avrebbe un tasso di abbandono del 2%.

Metrica n.3: Disiscritti/Non segue più

Avere un grande seguito su un canale social è fantastico, ma sono inutili nel portarti profitto a meno che non interagiscano con i tuoi contenuti. Naturalmente, gli utenti non coinvolti inizieranno a lasciare il tuo elenco di follower o di iscritti. Chiaramente, ci sarà un po' di abbandono. Tuttavia, è essenziale capire perché i tuoi follower se ne vanno per aiutarti ad acquisirne di nuovi. Uno dei modi migliori per aiutarti a migliorare i tassi di annullamento dell’iscrizione o di persone che non ti seguono più è chiedere al tuo pubblico che tipo di contenuto preferisce ricevere, con quale frequenza e in quale modo.

Metrica n.4: Recensioni negative

Quando le recensioni negative dei clienti vengono pubblicate online, tutto il mondo può vederle. Il passaparola negativo viaggia velocemente e può avere un forte impatto sulla reputazione del tuo marchio. Purtroppo, non c’è niente che tu possa fare per impedire a qualcuno di pubblicare feedback negativi sulla tua attività. Tuttavia, esistono modi giusti per affrontare le recensioni negative e riprendere il controllo della tua reputazione. Tra questi, troviamo una risposta rapida e attenta, portando quella conversazione offline e fornendo alcune testimonianze positive sul tuo sito.

Quando fornisci una risposta appropriata (e rapida) alle recensioni negative, dimostri sia ai tuoi clienti attuali che potenziali il tipo di esperienza che possono aspettarsi di ottenere dal tuo marchio. Questo è il modo giusto per essere social su quelle piattaforme multimediali che sono state sviluppate per questo. 

Scarica il nostro modello gratuito delle metriche dei social media

Il monitoraggio delle metriche importanti sui social media è necessario per sapere cosa sta succedendo con la presenza online del tuo marchio e comunicare queste informazioni agli altri team. Per aiutarti ad attivare la tua strategia sui social media, abbiamo elaborato questo pratico modello di rapporto sulle metriche dei social media.

 

Un modo consolidato per monitorare e fare un rapporto delle tue prestazioni online semplificherà i tuoi processi di lavoro e li farà funzionare alla perfezione. 

Adesso tocca a te

Il monitoraggio del successo o meno del tuo marchio sui social media può diventare opprimente. Tuttavia, la conclusione è che il duro lavoro ripaga sempre. Se sai come tenere traccia delle metriche dei social media, allora controlli la tua strategia sui social media.

Speriamo che le definizioni delle metriche dei social media che abbiamo condiviso siano facili da ricordare e che l’importanza di tenere traccia di tali metriche sia stata chiara e concisa. Non solo sarai in grado di convalidare i tuoi KPI, ma lavorerai anche per migliorare la tua strategia generale sui social media ed evolverti come professionista del marketing digitale nella tua organizzazione.

Esistono molte piattaforme di social media, ma le più popolari (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e YouTube) sono quelle su cui la tua azienda deve essere presente. Ma ricorda che, sebbene tutte queste piattaforme siano chiamate “social media”, richiedono tutte un approccio individuale all’interpretazione dei loro dati. 

 

Ci auguriamo che il nostro modello ti aiuti a iniziare il tuo viaggio verso il monitoraggio delle metriche dei social media. E per ogni evenienza, il nostro blog è un’ottima risorsa per trarre ispirazione e trovare risposte alle tue domande più urgenti sul marketing digitale. 

La Lista Definitiva delle Metriche dei Social Media (e Modello per il Rapporto)

Cerchi le migliori metriche dei social media da includere nei tuoi rapporti sui social media? Ecco l’elenco definitivo delle metriche, insieme a un modello gratuito da scaricare.

I 25 migliori strumenti di gestione dei social media per le PMI [Elenco per il 2021]

Abbiamo creato un elenco di 25 strumenti gestionali per i social media per aziende di diverse dimensioni, budget e altro. Trova lo strumento più adatto a te nella nostra lista per il 2021

Come condurre una Social Media Audit in 30’ (con modello gratuito)

Esegui controlli regolari alle tue prestazioni sui social media? Se la risposta è no, questa guida fa al caso tuo. Scopri come eseguire una Social Media Audit in 30'.
Come condurre una Social Media Audit in 30’ (con modello gratuito)